Salta la navigazione
ASST Bergamo Ovest

Comunicati stampa

Lions Club Ponte San Pietro: una sonda ecocardiografica transesofagea 3D per la Cardiologia

Data di pubblicazione: 19/06/2020

Sabato mattina si è svolta la consegna ufficiale da parte di una rappresentanza dei Lions Ponte San Pietro-Isola della Sonda ecocardiografica transesofagea tridimensionale del valore di 37.500€ donata per completare l’Ecocardiografo in uso negli Ambulatori della Cardiologia dell’Ospedale di Treviglio – Caravaggio nella diagnosi delle patologia cardiache.

 

Sabato mattina, nello studio di Paolo Sganzerla, Direttore del Dipartimento Scienze Mediche e della Cardiologia dell’ASST Bergamo Ovest, si è svolta una breve cerimonia di consegna della sonda 3D donata dai Lions di Ponte e co-finanziata da Fondazione Lions International.

Fino ad oggi la nostra Cardiologia era dotata di un Eocardiografo transesofageo bidimensionale (in 2D), strumento che viene utilizzato per valutare le strutture cardiache (valvole cardiache, cavità e muscolo) al fine di identificare i meccanismi responsabili di specifiche cardiopatie. Con l’arrivo della nuova sonda, l’ecocardiografia tridimensionale (3D) permetterà non solo di ottimizzare la qualità di immagine e di definizione delle strutture cardiache ma, arricchendo strumenti di diagnosi già presenti, anche di analizzare e studiare elementi anatomici che non possono essere visti all’interno del cuore con una normale sonda transesofagea.

A far gli onori di casa Paolo Sganzerla che, aprendo gli interventi, ha raccontato la genesi della donazione: “Tutto nacque quando un membro dei Lions di Ponte fu sottoposto a procedura di Emodinamica. Parlando delle attrezzature in Sala che avevano un’evoluzione tecnologica molto veloce, scattò l’idea per questo service, per acquisire una sonda tridimensionale di ultima generazione. Il service fu sottoposto al Lions di Ponte San Pietro – Isola, anche grazie all’amico e collega Mario Scarpelli, durante una serata conviviale durante la quali mostrai alcune immagini e spiegai il nostro lavoro e le evoluzioni della tecnologia. Questo fece innamorare tutti voi ed oggi “coaguliamo” tutto questo grosso lavoro che andrà sicuramente a beneficio dei nostri pazienti”.

La parola è poi passata al membro dei lions, nonché cardiologo già specialista ambulatoriale della nostra ASST ora in pensione, Mario Scarpelli: “Ringrazio innanzitutto il Club Lions di Ponte San Pietro Isola ma non soltanto questo: il service, infatti, è stato condiviso anche da Lions Fondation, l’associazione internazionale dei clubs e da alcuni sponsor che hanno supportato la donazione. Grazie anche al dott. Sganzerla perché sappiano che questo strumento dopo quest’inaugurazione non sarà messo in “cantina ma sarà installato immediatamente sull'ecografo e diverrà indispensabile per diagnosi approfondite in 3D”.

Leonardo Barbera, Past President Lions, ha illustrato il lungo iter burocratico ed autorizzativo, gestito coi colleghi soci: “Sono molto orgoglioso del risultato raggiunto, avendola seguita personalmente come presidente del service, insieme al dott. Scarpelli che è stato l’ispiratore dell’iniziativa, ma soprattutto al segretario-tesoriere Luigi Ravassi, che si è preso l’onere di seguire tutta la pratica burocratica che è stata veramente importante. Il progetto è stato presentato ed approvato anche dal Distretto Lions delle province di Bergamo-Mantova e Brescia, ciò che ci ha permesso di ricevere così il co-finanziamento di Lions Fondations”.

Prima della foto di rito, i ringraziamenti ufficiali del nostro Direttore Generale, Peter Assembergs: “Desidero ringraziare a nome dell’Azienda il Club dell’Isola e quello internazionale per la perseveranza che li ha contraddistinti nel portare avanti questa importante donazione. Tecnologia e uomini fanno la differenza, non c’è uno senza l’altro: i cardiologi hanno bisogno di strumentazione all’avanguardia, ma allo stesso tempo una bella strumentazione necessita della professionalità di medici preparati. In questo caso avete doppiamente centrato l’obiettivo perché la sonda tridimensionale non solo sarà utilizzata, ma da un’equipe molto preparata che saprà rispondere in modo egregio alle risposte di salute della media-bassa pianura bergamasca, grazie anche all’integrazione con il territorio e i propri Poliambulatori, di cui un rappresentate è stato per anni proprio Mario Scarpelli. Auspicando che sappiate essere sempre a fianco dell’ospedale e dei nostri professionisti, vi ringrazio ancora di cuore”.

 

Copyright © 2006 Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Bergamo Ovest. - C.F. e P.IVA 04114450168
XHTML 1.0WAI-AA